I say a little prayer for you

***

Abitino in lycra color bluette elettrico costellato di pois bianchi e neri. Scollatura a portafoglio con mono-colletto bianco in vista, cintura alta e ampia gonna sotto il ginocchio. Taglia 44, zip laterale.

***

Acquistato in un mercato real vintage di Bologna, un sabato mattina alle 9.44 circa.

Trattavasi di un tranquillo weekend culinario, che sfociò in shopping selvaggio presso la mitica Montagnola, della quale ignoravo l’esistenza. O almeno così dichiarai al mio ignaro accompagnante, che non sapeva cosa gli aspettava. Scavalcando stand emo e bancarelle di spillette, ecco all’orizzonte del sano second-hand.

Piatto ricco, mi ci ficco.

***

La señora Milagros, che ogni domenica mi aspetta a braccia aperte presso il mercatone di usato di Madrid, vorrà scusare il tradimento patriottico (il terzo, per ora, dopo lo shopping a Genova e l’acquisto parmense, che mi ha fatto accaparrare una delle gonne presentate in questo post).

***

Tempi di lavorazione: 2 ore.

Confezionato alla fine degli anni ’70, l’abito, ex maxi-size pentito, è stato a lungo ascoltato e alla fine scarcerato dalla sorte che lo vedeva rinchiuso in un armadio. Ristretto mediante una pénce posteriore, è ora in attesa di giudizio, fintanto che la Corte Suprema decida se accorciarlo o meno.

Che Pasquale inizi a raccogliere i sassetti tra il pubblico di Forum, per vedere il da farsi.

Ideale per visitare i parenti, al pranzo di Santo Stefano o direttamente nell’aldilà, come fa la nostra top model negli scatti che la ritraggono.

***

Colonna sonora: Mi vorranno scusare tutti coloro che sono rimasti turbati dalla location dello shooting.

Chiedo venia in particolare alla famiglia Invernizzi, per la scelta ricaduta sulla lapide del loro caro.

E’ stata una decisione casuale, dettata solo dalla luce (e dall’assenza di vedove dallo sguardo sospetto che pedinavano i nostri movimenti). La modella non era d’accordo quindi mi assumo tutta la responsabilità.

Per esorcizzare i cattivi pensieri, niente musica.

Bensì un’esilerante barzelletta raccontata da mio nonno 87enne.

Rigorosamente in dialetto lumbàrd.

***

Maggiori info: fruhlingdesign@gmail.com


Annunci
Comments
10 Responses to “I say a little prayer for you”
  1. alice ha detto:

    ahahahhahaahhaahahah el sè fai nde le mudande!!! nonno love!

  2. clementina ha detto:

    ciaooo!! ho scoperto per caso il tuo blog! complimenti è bellissimo come gli abiti d’altronde!!! ma non ho capito se li vendi anche e come funziona! grazie e baciii!!!

  3. DivaWhere ha detto:

    Grande nonno, bello il vestito, va bene per una 46 o è giustino?

  4. laura ha detto:

    la vita è troppo BREVE per farsi scappare questo abito immortale!!!

  5. Veronica ha detto:

    Ciao Simona,
    grazie per avermi segnalato il tuo blog, mi sono innamorata del tuo lavoro! Anch’io sono un’appassionata di vintage e di “rivisitazioni” di vecchi capi rubati alla nonna! 🙂

    Ho aggiunto il tuo sito tra i preferiti sarò sicuramente una tua nuova lettrice! 🙂
    Te ti fa piacere possiamo seguirci su twitter e fecebook attualmente non ho un blogroll (è tra le prossime modifiche da aggiungere al mio sito oltre ad un adeguato about me, che rimando sempre!) ma non appena lo inserirò ti aggiungo anche lì. Mi piace davvero quello che fai!

  6. Ilaria ha detto:

    molto particolare come post.
    ho adorato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Copyright ©2016Fruhling Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: