Lost in a strange city

Lost in a strange city

Nowhere to turn
Far cry from the streets that
I came from


But you can even be lonely

Standing in your own back yard

[sospiro con istinti suicidi]

No, no, no, no, no, no, nobody knows
The meaning of loneliness
No, no, no, no, nobody knows
The meaning of loneliness

***

Evabbuò quanta tristezza in queste parole.

D’altronde non ho mai preteso troppo da un lunedi.
[Tantomeno da un lunedi nero in cui è stata chiusa Nonciclopedia per colpa di Vasco Rossi.
Ma questo è un altro tema].
***
Tornando a noi, Frühlinghini cari, qui dietro le quinte continuiamo a sbattercene altamente dell’inverno che avanza, per continuare a proporre scatti estivi (in attesa che le modelle buttino giù i chiletti accumulati durante le frühgali grigliate d’agosto). Attendendo intrepidi la collezione Autunno/Inverno 2012, ecco a voi un abitino tutto da esibire nelle giornate più assolate di luglio che stresserebbero pure Riccardo Del Turco, che di bene a quel mese gliene vuole parecchio.
Ai ai ai ai.
***
Trattasi di abitino in cotone color cipria, con chiusura sul davanti con bottoncini tondi rivestiti, colletto e gonna a tubino sopra il ginocchio. La stampa quadrettata alterna motivi di varia natura, che non sto qui a descrivere perchè c’avete du’ occhi, no? Allora li vedete da voi (e che cribbio)

***

Taglia XS / S, veste perfettamente una taglia 38/40, categoria questa di donna particolarmente odiata (in primis da me). Fa eccezione – naturalmente – la nostra Silvia, una delle fedelissime modelle di frühling design, presente dal primo shooting in quel del Parco del Retiro. Galeotta fu la musica di Amelie… Come potrete vedere in questo video, che documenta il making off.

***

Acquistato in un mercato real vintage di Madrid, una domenica mattina alle 7.49 circa.

L’ora mi ha riempito di orgoglio non solo perchè ho fregato tutte le signorotte con cui sgomito ogni settimana per accaparrarmi i capi più belli, ma anche perchè 49 è 7 al quadrato, ed io con i numeri sono fissata da una vita.

(Per dirne una, ogni volta che vedo una targa di una macchina cerco di calcolarne il minimo comune multiplo ed il massimo comune divisore. Insomma della serie ‘A Beautiful Mind mi fai una pippa’)

***

Tempo di lavorazione: 20 minuti.

Il vestito, perfetto nella confezione e nelle rifiniture, è stato aggiustato sull’orlo e nel giro manica.

Se siete fan dei colori pastello, consigliamo di non perdetevi questo vestitino crema.

***

Colonna sonora: il testo che intervalla le immagini [Van Morrison, ‘Meaning Of Loneliness’] è talmente triste da non essere riportato manco da Youtube.

Vi lasciamo quindi a note più leggiadre, che speriamo accompagnino la vostra lettura.

Buon proseguimento su F.D.: basta  cliccare sui titoletti in corsivo qui sotto l’articolo a sinistra (ma sì, dai, non fare il baluba, quelli con la freccetta) per scoprire nuovi abiti real vintage, ma vintage per davvero.

***
Maggiori info: fruhlingdesign.wordpress.com

Annunci
Comments
2 Responses to “Lost in a strange city”
  1. Chiara ha detto:

    Mannaggia, se la’vesse visto la Duchessa di Alba oggi si sarbbe sposata con questo invece che con un altro insignificante vestito color cipria! Chili in più a parte, la gente brama Frühling!!!

  2. frühling design ha detto:

    ahahha mamma mia quella è già vintage di suo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Copyright ©2016Fruhling Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: