Tancat per vacances #Primavera Sound 2012

– Is that girl from Frühling?

-Which one, that one? No…she’s definitely too cool’

Conversazione tra turisti inglesi, Barcellona 2012

(‘Ma quella è la tipa di Frühling? ‘ Chi, quella? Ma va là, questa è troppo figa’)

*

Il vostro amato Früh anche quest’anno ha ceduto al richiamo di musica indie, invasioni di vans e gggiovinotti tatuati e si è concesso un trasferta a Barcellona per il Primavera Sound. Qualora come noi non voleste solo bruciarvi il neuroncello quando cala il sole tra un palco e l’altro, vi proponiamo di seguito 5 cose da fare nella capitale catalana durante i giorni del festival, per approfittare a pieno di una delle città più interessanti d’Europa.


1. Macba / Cccb

Con 7 euris avrete accesso alla collezione permanente di fotografica del MACBA, che raccoglie notevoli scatti locali degli anni ’70 e ’80, ed alle mostre temporanee del CCCB. Früh ebbe, come dicono a Parigi, la bot de cül di beccare Martin Parr da un lato, ed i migliori scatti di fotogiornalismo 2011 dall’altro: leggasi kitsch, souvenir e tedeschi in vacanza con calzino bianco su sandalo ortopedico al primo piano e shock visivi indiretta dalla primavera araba, dallo Tsunami e dai narcotrafficanti colombiani al secondo.


2. Run lola run

Dormire è da sfigati. Non va piu di moda almeno dall’84.

Per questo anche se siete tornati dal festival alle 6, siete pezzati come Giuliano Ferrara dopo una sauna e l’alitosi vi tiene per mano, sparatevi una delle passeggiata più intense che possiate fare in Europa: quella che parte da plaza Catalunya, costeggia il Barrio Gotico e la meno inflazionata Rambla del Raval per addentrarvi nei barrios più underground che sanno de monnezza, fino a sbucare in spiaggia.


3. Vamos a la playa oh oh oh

Barcellona è figa per il 77% per la spiaggia. Il restante se lo giocano Gaudì ed i bbboni.

Se poi tutti al mare potrete andare a sfoggiare anzichè le inflazionatissime chiappe chiare, delle mises frühllesche allora siete proprio avantissimo.

(Molto molto di più di quella schiera di giovini a lotta a chi si veste peggio al Festival)


4. Second hand / segunda mano

L’asterisco della foto sopra obbliga ad una parentesi su quel mondo che si aprì dinnanzi ai nostri occhi fatti e esterrefatti, varcate le soglie dell’ Holala. Più di un semplice negozio vintage, ma caldeorne di pezzi di design e mecca dei bboni più trendy.

Ce la siamo spassata a iosa provando addirittura un vestito da sposa anni ’70.

Rimanendo in tema second hand, approfittiamo per presentarvi alcuni evergreen che c’avevamo in valigia.

La nostra models approfittò della brezza serale del porto per esibire un maglione acquistato a Los Angeles insieme al vestito bianco e verde che fece furore..e che ora è in vendita! Ecco qui tutti i dettagli.

Mentre per le passeggiate pomeridiane, maglia da omo sdrammatizzata con leggins e ciondolo alí babá e parigine ai piedi. Per una sudorazione ammuffita, ma trés chic.

E la vostra Miss-cappa-lacacca früh? Che dire, non perse l’occasione per sfoggiare un discretissimo abito tempestato di zebre. Mah.


5. Ah già. Il Festival

Ma non dimentichiamoci che il nuocciuolone di questo interminabile post sta proprio nel Festival Primavera Sound.

Che il vostro strappacuori früh apprezzò solo per metà poichè affetto da quella malattia il cui nome scientifico è sfiga-della-madonna. I sintomi? In formissima tutto l’anno, ma a letto con febbre e svarioni gli unici 3 giorni di vacanza di primavera (sound, perdipiù)

Alla faccia di quando vi dicevamo che  non mi ammalo mai

© primaverasound.com

© primaverasound.com


Chi di voi c’era?

*

Colonna sonora: Grimes, ‘Obvlion’

***

Maggiori info: fruhlingdesign@gmail.com

Annunci
Comments
11 Responses to “Tancat per vacances #Primavera Sound 2012”
  1. Alice Janis ha detto:

    5 giorni stupendi con la mia Miss Fruhling!!! tra shopping, degrado, spiaggia, sole, sudore,acquarius, festival ma sopratutto CARREFOUR!! (mi chiedo come tu abbia potuto non considerarlo ahahha) 2 gg in branda ma tutto sommato te la sei goduta lo stesso dai!! colonna sonora GRIMES scoperta del festival assolutamente azzeccata!! lov iu tu much!!!

  2. Tati ha detto:

    Io no purtroppo….. però sto meditando Barcellona per quest’estate, non ci sono mai stata ma è tanto che ho voglia di vederla…il tuo post capita a fagiuolo!

  3. Robymad ha detto:

    Avantissimo come sempre con e senza zebre

  4. Mony ha detto:

    Eh ma che sfiga nera! Dai almeno qualche giro e qualche concerto te lo sei goduto. Parr pregio e adoro le miss fruhllesche soprattutto il msglioncino americano

  5. Helen ha detto:

    Nice second-hand shops – love the white dress. did you buy it? x

  6. io adoro leggerti, sei uno spasso.

  7. Monica ha detto:

    Che grande,
    invidiabile per l’energia!

    Baci!
    M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Copyright ©2016Fruhling Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: