Twin Laus: the pantegane are not what they seem

Pareva un giorno come tanti, quel pomeriggio di inizio aprile a L’ura d’aria, ridente ‘baracca di fiume in provincia, fra metropoli e Po’. Lo ore trascorrevano lente tra contabilità e carteggi.

Di certo, nessuno si immaginava l’atroce scoperta che da lì a poco avrebbe gettato nel panico l’intera tranquilla e sonnacchiosa cittadina di Lodi Peaks. Poi, di colpo, un grido : ‘Ma chi l’è che l’ha mäsad Laura Palmer?

E fu subito mistero.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

L’unico indizio lasciato sul cadavere di Barbarazza Palmer?

Un collone di lana fatto a mano da Giulia de Le Manufattucchiere.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Incontenibile la disperazione della madre, trés chic in abito handmade by Fruh con manica lunga trasparente.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

L’intera città, basita, concordò sulla necessità di contattare l’unica persona che avrebbe potuto risolvere il caso.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Fu tutt’altro che facile, ma dopo svariate chiamate l’Agente Mario Cooper giunse a Twin Laus: ‘Ui daiana, incò l’è il cinc de avril, fa un freg de la madona, e son drè a rüvà’ pronunciava in un crescendum di tensione nel suo inseparabile walkie-talkie.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Chi erano gli indiziati? Tutti e nessuno, come solo succede nelle scene dei crimini più complicati.

Del resto, la stessa Barbarazza Palmer era un personaggio controverso e tutt’altro che semplice.

Invidiata dalle amiche per la sua relazione con il centauro James, sfoggiava sempre abiti perfetti come questo fatto a mano da Fruhling con tessuto recuperato dal baule della nonna sarta.

 Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Legatissima alle amiche di sempre, tra loro c’era in realtà un ambiguo rapporto di odio-amore: chissà era troppa la bramosia per quel vestito asimmetrico a righe di Barbara Jennings, incontrollabile l’invidia per quel tripudio di fiori con scollo a V di Laus Hayward, ma in fondo anche per quell’ abito blu scuro con chiusura a fiocco sulle spalle con cui Stells Ferguson, cugina della defunta, faceva cadere tutti gli uomini dell’Ura d’aria ai suoi piedi.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

La persona su cui si concentrarono da subito i sospetti? Lauretta Horn, la più corteggiata del college, nonché sua eterna rivale, soprattutto da quando sfoggiava una gonna arricciata handmade delle Manufattucchiere.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Mrs. Horn non perdeva mai l’occasione per far parlare di sè, come quella volta in cui improvvisò un seducente ballo nella cucina de L’ura d’aria, sulle note di O me bela madunina, splendida splendente in un abito pié de poule fatto a mano da Fruhling con fascia blu asimmetrica in vita.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Di chi si potrà mai fidare l’Agente Cooper per portare avanti le indagini? Forse dei coniugi Nadine & Ed Turati?

Il loro matrimonio da anni è fomentato dall’ossessione di lei verso le tende per il salotto, oltre che per quell’abito di seconda mano che sfoggia gelosa in ogni occasione.

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Foto ©Arianna Angeloni

Chissà davvero l’unica persona su cui  poter far affidamento è la criptica Signora del Ceppo, alias Log Janis,  avvolta nel suo tailleur ocra ricavato da un abito maxi size.

janis log

Una cosa fu certa da subito: Lodi Peaks non sarebbe stata più la stessa da quel pomeriggio.

La temibile centrale di Tavazzano Peaks

La temibile centrale di Tavazzano Peaks

Riuscirà l’Agente Mario Cooper a risolvere il caso, insieme al suo infallibile Staff di detective?

©Arianna Angeloni

©Arianna Angeloni

Non ci resta che attendere.

Nel frattempo, date un’occhiata agli abiti sfoggiati dalle modelle: sono in vendita (ahò, gli abiti!) e chi bazzica per Lodi Peaks, potrà provarli in questo mercato:

Schermata 2013-04-10 a 20.59.23

Per info/acquisto abiti: fruhlingdesign@gmail.com.

Grazie, as usual, alle Manufattucchiere che ci aiutano nelle indagini QUI ed alla super fotografa Arianna Angeloni.

Ed i fanatici della serie, potranno cliccare QUI e mettere un bel Mi piace: basta poco, che ccce vo?

Annunci
Comments
25 Responses to “Twin Laus: the pantegane are not what they seem”
  1. HelenaW ha detto:

    Estás como una cabra, pero me encanta, jaja! Aunque prefiero al agente Cooper original 😉

  2. holgamydear ha detto:

    ahahahahah, BELLISSIMO! Tutto, vestiti, storia, modelle … non credo di poter resistere all’Agente Mario Cooper, per gli amici Marione. 😀

  3. electromodeblog ha detto:

    Vabbè, sublime!
    In stile Amici Miei direi “Cos’è il genio? è fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione”
    Genia! Questo Twin Peaks in salsa lodigiana è da annali. Devo farlo vedere a mio fratello, secondo me si cappotta.
    Comunque la prima foto è davvero inquietante.
    Niente male il vestito di Nadine Turati.
    Fantastico il centauro James.

    Alessia
    ElectroMode <

  4. Anerta Robelli ha detto:

    Meraviglioso, fantastico, di più, di più!!!

  5. diego del borgo ha detto:

    Poco prima di spirare sembra che la povera Laura abbia detto «qués chì l’è un fà de tacà a lìt…».

  6. Alicia ha detto:

    Simo, me arrasa el vestido que lleva la chica con el parche en el ojo. Es brutal!

  7. Greta ha detto:

    si si stavolta l’avete fatta grossa….quanto ridere….aspetto notizie sulle indagini..me se racu’mandi…

  8. Andrenalina ha detto:

    sono in estasi

  9. ciuicis ha detto:

    noooooooooooooooooooooooooooooooooooooo, stupendo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  10. DeliaZk ha detto:

    como mola Simo!!!!

  11. aiwa ha detto:

    bella storia, facci sapere il seguito, quante puntate sono?????

  12. Manu ha detto:

    Io davvero non ho parole. Davvero non trovo aggettivi: sarebbero tutti riduttivi. L’idea e’ geniale, i vestiti sono splendidi, i testi fan spaccare.

    (S)vengo.

    Tuo per sempre

    Manu

  13. Carla ha detto:

    Geniali, l’hanno già detto, e più di una volta, io direi fantastiche e mooooolto ironiche.
    Bravissime!!!

  14. frühling design ha detto:

    Grazie-gracias-thankyou-arigato!
    Il successo non ci ha cambiato, eh (= siamo e rimaniamo delle pezzenti)

  15. Mar ha detto:

    simo eres un crack, está genial, me encanta todo

  16. elelandia ha detto:

    Stupendo, come sempre 😀 sarà che amo Twin Peaks ma cmq hai conquistato il mio qqqquore 😛

  17. Don't go ha detto:

    siete più intraprendenti delle commesse del reparto profumi dei magazzini Horne

  18. Le Cornacchie ha detto:

    ahahah meraviglioso! ti viene voglia di cercare sacchi di plastica e addobbarti!

    Le Cornacchie

  19. Lele ha detto:

    STO MALE
    Vi amo

  20. Sarilla ha detto:

    Ay q risa, me encantaaa

  21. sandra ha detto:

    Ma voi siete oltre! Oggi diventate le mie pause pranzo e pause varie durante il lavoro, sappiatelo!

Trackbacks
Check out what others are saying...
  1. […] se come noi ci siete rimasti sotto, continuate a seguire le indagini per svelare tutti i misteri di Twin […]

  2. […] dollaroni. Io, che sono il vicesindaco dei fan di Twin Peaks (il sindaco è la mia amica Simona, di Fruhling Design) e che già da mo stavo lavorando a una collezione ispirata ai personaggi più famosi di Lynch, per […]



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Copyright ©2016Fruhling Tutti i diritti riservati
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: